Come ti faccio un itinerario per il #PugliaTour

pugliatourUn anno intero dedicato al lavoro in quel di Firenze, naufragata la possibilità di tornare a vivere in Puglia, stress e tanta stanchezza. Basta a giustificare l’abbandono di un blog così bello? Molto probabilmente no. E’ per questo che, udite udite, torno a parlare della mia fantastica regione, visto il tempo libero che finalmente le tanto amate ferie mi hanno concesso. E di che parliamo? Di itinerari! Dovete sapere che anche per chi è nato in questa splendida terra, non è affatto facile costruire un itinerario ad hoc per qualche amico lontano che viene a trovarci e vuole conoscere ogni angolo splendido della Puglia.

Il mio migliore amico ci torna dopo tre anni dal primo “Puglia Tour” (beh ogni vacanza deve avere un nome, no?!). In quell’occasione in 4 giorni fui capace di portarlo dappertutto: Polignano a Mare, Alberobello, Campomarino, Grotte di Castellana, Lecce, Ugento e Torre San Giovanni (tutte località molto distanti tra loro). Adesso siamo pronti per il “Puglia Tour 2”: di nuovo 4 giorni a disposizione, una vecchia Yaris, teli da mare e macchine fotografiche. Pronti per partire con noi?

L’itinerario che ho costruito questa volta ci lascia un po’ più di respiro rispetto al precedente (tre anni fa tornavamo a casa distrutti, avremmo avuto bisogno di un’altra vacanza per riprenderci dalla vacanza!), ma senza rinunciare a posti da favola. Il primo giorno di “Puglia Tour 2” ci vedrà armati di macchine fotografiche nel mio paese natale, Oria. Forse meno conosciuta rispetto alla “città bianca”, ma Oria non ha niente da invidiare a Ostuni (se non la lungimiranza dei suoi amministratori), con i suoi vicoli stretti e bianchi sovrastati dal cielo azzurro. Tra i tanti monumenti imperdibile il Castello Svevo fatto edificare dall’imperatore Federico II che, sebbene sia meno conosciuto del “fratello” ottagonale di Castel Del Monte, è sicuramente degno di nota. L’occasione di rimanere ad Oria nel primo giorno di “Puglia Tour 2” è dovuta a una bellissima rievocazione medievale di due giorni che mi rende orgogliosa da quando sono nata: si tratta del “Torneo dei Rioni” che dal 1967 fa rivivere le atmosfere del periodo svevo e racconta la figura di Federico II con una sfilata in abiti d’epoca con centinaia di figuranti (il sabato) e ad un vero e proprio “palio” in cui si sfidano i 4 rioni della città (la domenica). Si tratta di una delle manifestazioni più belle d’Italia (per tutte le info date uno sguardo qui).

Il secondo giorno di “Puglia Tour 2” avrà i colori delle spiagge quasi polinesiane di San Pietro in Bevagna (sullo Ionio, in provincia di Taranto). Se nel tour precedente avevo scelto le dune verdi di Campomarino, questa volta voglio optare per il mare cristallino a la sabbia finissima di questo angolo di costa ionica per una domenica di assoluto relax. Per la serata, invece, ci sposteremo ad Ostuni. Sicuramente di grande effetto con il suo skyline rigorosamente bianco anche in notturna, Ostuni è una tappa perfetta per il dopo cena. Tantissimi i locali nel centro storico pieno di gente e terrazze panoramiche da cui ammirare i paesi limitrofi.

Il terzo giorno si comincia con una levataccia: partenza da Oria per raggiungere Otranto, il punto più orientale della nostra penisola. Il fascino di questo luogo sta già tutto nell’essere il punto di incontro di due mari, lo Ionio e l’Adriatico. Ci perderemo nel suo centro storico, visiteremo la Cattedrale dell’Annunziata e proveremo a svelare i misteri del suo bellissimo mosaico che nemmeno in un libro di Dan Brawn, fotograferemo il Castello aragonese, passeggeremo sul Lungomare degli Eroi. E nel pomeriggio un po’ di trekking per raggiungere la cava di bauxite (di cui vi ho già parlato qui) e, spingendoci poi sul bellissimo litorale, visiteremo la grotta della Zinzulusa con un bel giretto in barca e un tuffo nel mare cristallino.

L’ultimo giorno del “Puglia Tour 2” sarà dedicato a Lecce, la Firenze del sud. Ci siamo già stati nel tour precedente, ma ho avuto espressa richiesta di ritornarci. D’altronde è impossibile rinunciarci, è talmente bella, talmente viva, talmente luminosa, che ogni volta ti appare diversa. Non ci faremo mancare pasticciotti alla crema, caffè con latte di mandorle e rustici per sopravvivvere pieni di energia alle ultime fatiche.

Che ne pensate di questo itinerario? Naturalmente documenteremo tutto! Seguite su Twitter e Instagram gli hashtag #pugliatour e #anchiopuglia e non vi perderete nulla!

Stay tuned 🙂

Annunci

One thought on “Come ti faccio un itinerario per il #PugliaTour

  1. Pingback: Il fascino nascosto di Otranto | Anch'io Puglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...